Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop

 
Connetti
Utente:

Password:



Cronaca

Aggredisce medici e carabinieri in ospedale, 34enne nei guai

L'uomo è stato portato in ospedale dopo un incidente. Al momento degli accertamenti ha riempito i bicchieri di acqua invece di urina. Richiamato, ha perso il controllo.

mercoledì 16 settembre 2015 16:51

Finisce fuori strada con la macchina e poi in ospedale va letteralmente 'fuori di testa', tanto da aggredire medici, infermieri e carabinieri che, alla fine, lo hanno arrestato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni, interruzione di pubblico servizio e porto abusivo d'arma.

L'episodio è accaduto la notte scorsa a Penne (Pescara), dove è finito in manette un pescarese di 34 anni.

L'arrestato, che viaggiava con una donna, verso la mezzanotte era finito fuori strada con la sua auto, lungo la strada che collega Penne e Farindola. I due sono stati quindi soccorsi e trasportati in ospedale, a Penne. Il 34enne, poi, al momento di sottoporsi agli accertamenti del caso avrebbe riempito i bicchieri di acqua invece di urina. Richiamato da un medico, avrebbe perso il controllo e avrebbe iniziato a tirare calci e pugni a medici, infermieri e carabinieri.

Un medico è rimasto ferito a una mano, mentre due carabinieri hanno riportato ferite guaribili in 10 e 6 giorni.



L'uomo è stato quindi bloccato e arrestato. Portato in caserma, ha continuato a dare in escandescenza per tutta la notte. I militari dell'Arma hanno quindi dovuto chiamare di nuovo i sanitari del 118 nel tentativo di calmarlo.

Il 34enne questa mattina è stato giudicato per direttissima e il giudice, dopo avere convalidato l'arresto, ha disposto per l'uomo l'obbligo di dimora a Pescara e il divieto di uscire di casa dalle 21 alle 7.

Torna alla Home