Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop

 
Connetti
Utente:

Password:



Attualità

Finanza a portata di click, è boom di mutui e prestiti online

La nuova frontiera della finanza è on line e si parla già di boom di mutui e servizi finanziari, relativo agli italiani che scelgono il web per ottenere liquidità.

IlCapoluogo.it
giovedì 24 settembre 2015 11:08

di Susanna Matteini

I prestiti si richiedono on line. La nuova frontiera della finanza è on line e si parla già di boom di mutui e servizi finanziari, relativo agli italiani che scelgono il web per ottenere liquidità. I servizi finanziari delle banche on line sono spesso preferiti a quelli delle banche tradizionali per molti motivi, primo fra tutti la velocità di erogazione. Nel caso in cui la richiesta del prestito on line venga accettata, il tutto si svolgerà entro 24-48 ore. E' chiaro infatti che chi chiede un finanziamento, un mutuo o un prestito personale ha necessità di sapere al più presto l'esito, senza sottostare alle lungaggini dei canali finanziari tradizionali.

I motivi del successo dei prestiti in line. I prestiti on line sono di gran lunga più economici rispetto a quelli concessi dalle banche tradizionali. Il punto di forza sta infatti nei tassi di interesse più bassi che gli istituti bancari on line possono permettersi grazie all'abbattimento dei costi di gestione di personale e sedi "fisiche". Rimane inteso tuttavia che, nello scegliere un finanziamento, è sempre buona norma verificare l'incidenza del Tan ma soprattutto del Taeg, che è il reale tasso di intesse che sarà applicato allo stesso prestito. Hellobank, ad esempio, offre dei prestiti on line vantaggiosi che permettono di gestire tutta la procedura direttamente dal sito, comprese le transazioni e la documentazione. E' questo infatti un aspetto che, su tutti, attira maggiormente i clienti che vogliono avere liquidità di denaro.



Come richiedere il prestito on line. Il successo che riguarda il boom della richiesta dei mutui e dei prestiti on line è certamente la facilità con il quale è possibile documentare a riguardo. Sono infatti disponibili diversi i siti che illustrano in modo chiaro quali sono le condizioni, gli interessi applicati, l'importo della rata mensile e tutto il piano di ammortamento. E' possibile quindi effettuare una scelta del prestito personalizzata e chiedere on line un preventivo. Vi sarà quindi fornita una risposta a breve termine. Una volta vagliata la richiesta è necessario produrre un documento di identità e la certificazione della propria situazione reddituale. Tutto avviene in sicurezza tramite email o contatto telefonico e i soldi, una volta accettata la richiesta, vengono accreditati direttamente sul conto corrente indicato.

Il mondo dell'home banking. Il successo della richiesta dei mutui e dei finanziamenti on line per motivi di vario genere, dall'acquisto di un'auto a quello dell'arredamento, fino al matrimonio o all'apertura di un'attività imprenditoriale, è stata agevolata anche dall'uso sempre più assiduo della banca on line. Molti italiani infatti hanno deciso di avvalersi della comodità dell'home banking e delle app accessorie, per tenere sotto controllo il proprio conto corrente ma anche per eseguire diverse operazioni come bonifici, giroconti, ricariche telefoniche o monitorare i propri investimenti. Abi Lab in collaborazione con School of Management del Politecnico di Milano, ha stilato un resoconto che illustra il rapporto che gli italiani hanno con la banca on line. Scaricano circa 8800 app al giorno da affiancare all'home banking per ottimizzare le varie funzioni che sono in continuo aggiornamento, e arricchiscono sempre più il servizio. Alcune banche hanno già pensato a fornire più funzionalità per le micro imprese (27%) e per giovani (20%) e il 33% del campione sta programmando di farlo entro il prossimo anno. Il conto on line si usa soprattutto per monitorare lo stato del proprio conto nel 65% dei casi con lo smartphone e per il 54% serve per cercare lo sportello bancomat più vicino, mentre il 37% lo usa per effettuare dei bonifici. Gli italiani consultano il proprio conto on line soprattutto di mattina (in media nel 35% dei casi) e meno nel pomeriggio o alla sera (rispettivamente in media il 31,5% e il 27%). Avere un conto corrente on line facilita la possibilità di avanzare la richiesta di un prestito.



La nuova frontiera della finanza. Si chiama "fintech", un termine che indica "finanza più tecnologia" e che è stato portato ai massimi livelli da Renaud Laplanche, il CEO di una società californiana che si chiama Lending Club e che ha scavalcato tutte le vecchie regole di Wall Street. La fintech e la filosofia del Landing Club è quella di ottimizzare i tempi e le concessioni del denaro. Si tratta di una realtà nata per un modo di concepire il denaro lontano dalle regole ormai obsolete delle vecchie banche lente, farraginose e con costi elevati. Ecco quindi che la "nuova finanza" on line fa paura ai giganti di quella tradizionale e usa il web per essere più snella e creare un canale preferenziale per investitori e clienti.

Torna alla Home