Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop

 
Connetti
Utente:

Password:



Marsica

Operazione anti-droga nella Marsica

Blitz all'alba dei Carabinieri di Tagliacozzo. La Marsica messa a soqquadro per un'operazione anti-droga. Eseguite diverse misure cautelari nei confronti di giovani spacciatori.

Desk 2
sabato 26 settembre 2015 10:02

Un'operazione antidroga dei militari della Compagnia di Tagliacozzo, in provincia dell'Aquila, è in corso dall'alba.

Si tratta dell'esecuzione di diverse misure cautelari nei confronti di giovani della zona accusati di spaccio di sostanze stupefacenti nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Avezzano.

Come specifica il quotidiano Il Centro, si tratta, in totale, di sette misure cautelari (arresti domiciliari e obbligo di firma) e 12 denunce. L'operazione anti-droga ha nome di 'Hummer' ed è stata eseguita dai carabinieri della compagnia di Tagliacozzo (L'Aquila).

Questa era protesta al contrasto dello spaccio di stupefacenti tra giovani e studenti davanti a scuole, discoteche, locali frequentati dai ragazzi.

I militari al comando del capitano Edoardo Commandè dalle sei di questa mattina, sono impegnati a eseguire i provvedimenti emanati dalla Procura della Repubblica di Avezzano. Si tratta di giovani spacciatori, quasi tutti di Tagliacozzo, o che comunque agivano nel territorio della città dell'Obelisco, tutti incensurati. Un uomo è di Luco dei Marsi, un altro di Scurcola Marsicana. Le indagini, iniziate grazie alla denuncia della madre di uno studente, fatte di appostamenti, pedinamenti e intercettazioni, sono andate avanti per mesi.

GLI ARRESTATI - Questi i nomi dei sette indagati sottoposti a misure cautelari per il pericolo di reiterazione del reato: Marcello De Luca 21 anni, Alessandro De Luca (23), Vincenzo Casale (34), Luigi Liberati (44), Stefano Rubeo (31), sono tutti di Tagliacozzo. Luigi Barbonetti (24) di Luco dei Marsi e Giuseppe Angeloni (19) di Magliano de' Marsi. Per Angeloni e De Luca la misura è l'obbligo di firma. Tutti gli altri si trovano agli arresti domiciliari. Tra gli spacciatori è stato individuato anche un minorenne la cui posizione è ora la vaglio della Procura per i minori dell'Aquila. Oltre al minorenne sono stati denunciati altri 11 giovani, tra cui due marocchini e due romani, per un totale di 19 indagati.

GLI INDAGATI - Si tratta di N.C., 35 anni, risiede a Roma ma vive a Tagliacozzo, arrestato a gennaio 2015 alla stazione di Tagliacozzo con qualche grammo di cocaina; A.R., 37 anni, residente a Roma, con precedenti; A.H., marocchino di 37 anni, residente ad Avezzano, bracciante agricolo con precedenti; E.K., marocchino di 20 anni, residente ad Avezzano, bracciante agricolo con precedenti per spaccio; F.B., 26 anni, residente a Roma; A.N., albanese di 23 anni, residente a Tagliacozzo; E.D.G., 18 anni di Massa d'Albe; R.D.A., 18 anni di Tagliacozzo; G.P. (unica donna tra i 19 indagati), 21 anni, residente a Tagliacozzo; G.T., 20 anni, residente a Tagliacozzo; P.C., 33 anni di Tagliacozzo; F.P., 21 anni di Tagliacozzo.

La rete di spacciatori smantellata dai carabinieri della compagnia di Tagliacozzo agiva nelle piazze dei paesi della Marsica, tra Tagliacozzo, Magliano dei Marsi e Scurcola Marsicana.

La rete, secondo quanto emerso dalla conferenza stampa del capitano Edoardo Commandè, era costituita da piccoli spacciatori che si rifornivano prevalentemente sul mercato romano. Nell'operazione denominata "Hummer" sono finiti agli arresti domiciliari L.B., 24 anni di luco dei Marsi, V.C., 34 anni, A.D.L. (23), L.L. (44), S.R. (31 anni), tutti di Tagliacozzo. Per altri due giovani, G.A. 19 anni e M.D.L. (21), anche loro di Tagliacozzo, è stata applicata la misura cautelare dell'obbligo di dimora. L'indagine, condotta prevalentemente tramite intercettazioni, era partita a novembre dello scorso anno dopo denunce di genitori preoccupati per il consumo di droga da parte dei figli.

Tra gli spacciatori figurano altre dodici persone - tra cui un albanese e due marocchini - tutti denunciati. C'E' ANCHE UN MINORENNE NELLA RETE DEGLI SPACCIATORI - È invece ancora al vaglio della Procura dei Minori dell'Aquila la posizione di un minorenne. All'operazione antidroga ha preso parte anche una squadra del nucleo cinofilo di Chieti.

Torna alla Home

Torna alla Home Targato Az