Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop

 
Connetti
Utente:

Password:



Marsica

Lecce nei Marsi, una strada per l'ostetrica Maria

Una strada per Maria. Fece nascere due gemelli da una donna rimasta sotto le macerie. «Doveroso ricordare colei che ha dato la vita al popolo di Lecce nei Marsi».

Desk 2
sabato 26 settembre 2015 18:29

Una strada di Lecce nei Marsi (L'Aquila) è stata intitolata oggi all'ostetrica Maria Pacifici, la donna di Paganica che durante il terremoto del 13 gennaio 1915 della Marsica aveva fatto nascere due gemelli da una donna rimasta intrappolata, insieme al marito, sotto le macerie della sua abitazione.

Nel 1961, inoltre, l'ostetrica aveva ricevuto il diploma di Medaglia D'Oro al Valor Civile dal collegio provinciale delle ostetriche.

«È stato doveroso - ha dichiarato il cultore di storia locale Raffaele Alloggia - ricordare una donna che ha dato la vita alla maggior parte della popolazione di Lecce nei Marsi nel dopoguerra, è stata ricordata da tutti come una persona encomiabile».

Alla cerimonia, organizzata in occasione del centenario del terremoto della Marsica, hanno preso parte anche il presidente del consiglio provinciale dell'ostetriche, Maria Grazia Minisgallo, il direttore della Asl Avezzano-L'Aquila-Sulmona, Giancarlo Silveri e molti studenti delle scuole del paese.

Torna alla Home

Torna alla Home Targato Az