Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop

 
Connetti
Utente:

Password:



L'Aquila

Panathlon L'Aquila, conviviale tra memoria e futuro

Conviviale di settembre dedicata alla commemorazione dei due soci fondatori del sodalizio recentemente scomparsi: il professore Nicola Bruno e l'avvocato Vincenzo Camerini.

IlCapoluogo.it
lunedì 28 settembre 2015 10:29

La conviviale di settembre del Panathlon L'Aquila è stata dedicata alla commemorazione dei due soci fondatori del sodalizio recentemente scomparsi: il professore Nicola Bruno e l'avvocato Vincenzo Camerini.

L'avvocato Antonello Carbonara ha tracciato, con dovizia di particolari, la carriera sportiva, professionale e sociale dei due soci, riportando alla memoria aneddoti, comportamenti e insegnamenti di vita offerti da questi due uomini, che hanno rappresentato le colonne portanti della vita sportiva, civile e sociale della città. Al termine dell'intervento è stato osservato un minuto di silenzio. Hanno preso parte alla cerimonia i figli Francesco Camerini, Bernardino Bruno e signora.

Ospiti della serata il dottor Giancarlo Silveri, direttore generale della Asl dell'Aquila, che ha rivolto al Panathlon particolari elogi per l'intensa attività sociale svolta e per le iniziative che sta intraprendendo, con l'oculato coinvolgimento della Asl, in materia di visite mediche per gli atleti delle società sportive aquilane e per un ulteriore progetto che dovrebbe prevedere una più ampia partecipazione della Asl sui centri sportivi del territorio di competenza.

Ha preso parte alla conviviale anche L'assessore alle Finanze del Comune, accompagnato dalla gentile consorte, il quale ha portato il saluto del Sindaco, della Giunta e del Consiglio Comunale. De Santis, alla luce dei successi conseguiti dal Panathlon, ha auspicato una maggiore partecipazione dell'amministrazione all'attività sociale, volta prevalentemente ad alleviare le difficoltà socio economiche in cui versano i sodalizi aquilani e, soprattutto, a favorire l'accesso dei giovani alla pratica sportiva.



In chiusura, il professor Michele Soraci, membro del direttivo nazionale del Csen ha reso noto i contenuti di un concorso nazionale di grafica, organizzato in collaborazione dal Csen e dal Panathlon dell'Aquila, da bandire tra gli alunni delle scuole medie dell'Aquila e di Bologna, nella cornice di un ideale gemellaggio tra gli studenti e le amministrazioni delle due città.

Torna alla Home