Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop

 
Connetti
Utente:

Password:



L'Aquila

Call Center 3G: 270 esuberi, Pezzopane 'interroga' il Ministero

Call Center 3G. La Pezzopane presenta un'interrogazione al Ministero. «Ho chiesto di individuare piano di interventi anche nella Legge di Stabilità per rilanciare il settore».

Desk 2
giovedì 1 ottobre 2015 13:13

La senatrice Stefania Pezzopane ha presentato un'interrogazione parlamentare ai Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico in merito alla vertenza del call center 3G.

«La società 3G, che gestisce il call center in alcune città italiane, tra cui Sulmona e Chieti in Abruzzo - spiega Stefania Pezzopane - ha annunciato 270 esuberi su un totale di 601 dipendenti. Solo a Sulmona, si parla di 102 esuberi tra staff e produzione; a Chieti su 26 addetti gli esuberi saranno 14. E' una vertenza che si trascina da diverso tempo, ma che nelle ultime settimane si è aggravata. Nel prossimo tavolo ministeriale previsto per il 5 ottobre, il ministero del Lavoro dovrà attivare ogni possibile soluzione per tutelare le maestranze, individuando gli ammortizzatori sociali necessari sia per sostenere le eventuali uscite volontarie, sia per il sostegno al reddito, con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali».



«Al ministro dello Sviluppo economico ho chiesto di individuare un piano di interventi anche nella legge di stabilità per rilanciare il settore e di verificare nuove opportunità per salvaguardare i siti, coinvolgendo altre eventuali aziende».

Torna alla Home